La Villa Romana

                                                                

 




Informazioni

Storia

La Villa Romana

Via Giovanni XXIII - Patti Marina, 98066
Telefono: +39 0941 361593
Orari Tutti i giorni 9,00-19,00

Villa Romana
Patti Marina
(II-IV se. d.C.)


In basso verso il mare sono visibili i resti archeologici di età romana. Si tratta di una villa che si estende su un’area di circa 20.000 mq, costruita agli inizi del IV sec. d.C. a seguito della demolizione di un precedente edificio risalente al II-III sec. d.C., a sua impiantato su strutture del II-I sec. d.C., la villa di Patti Marina, costituisce un interessante documento dell’assetto del territorio della Sicilia in epoca tardo antica, quando si realizzano, conseguentemente all’affermazione del latifondo, vasti complessi architettonici, che associano la funzione abitativa con quella produttiva. Distrutta da un violento terremoto, alla fine del IV sec. d.C., la villa continuò ad essere frequentata, sia pure con sensibili trasformazioni, fin oltre il VI sec.d.C., alcune sepolture ad inumazione, rinvenute nel settore più ad est del complesso, ed una ricca documentazione di materiale ceramico e numismatico che arriva largamente a coprire X e XI sec.d.C.. L’edificio residenziale, scoperto in occasione dei lavori per la costruzione dell’autostrada Messina-Palermo, nell’Agosto del 1973, si trova a nord delle colline su cui si estende la moderna città di Patti, sulla sponda destra del torrente Montagnareale, in prossimità della costa e di quello che doveva essere l’antico tracciato della via Valeria. Sono molti gli ambienti che si possono ammirare (sale absidate fiancheggiate da sale di bagni, di massaggi, di lettura, di ginnastica) e quasi tutti recanti mosaici policromi raffiguranti per lo più animali entro ottagoni frammezzati da ornamenti floreali e figure geometriche. Successivamente sulla costruzione romana si soprapposti muri bizantini (sono state ritrovate tre tombe risalenti a questo periodo) e medievali.